Microcredito E.N.M.

Il Microcredito è una forma di finanziamento assistito che consente l'accesso al credito ai cosiddetti soggetti non bancabili, ossia a coloro che hanno difficoltà a rivolgersi alle normali istituzioni finanziarie, non potendo fornire le garanzie richieste.

C.S.P. - Centro Servizi Professionali - Studio Pagano, è Operatore Territoriale in servizi Ausiliari e di Monitoraggio per il Microcredito iscritto al n.172 dell'elenco Nazionale tenuto dall'Ente Nazionale per il Microcredito

SOGGETTI BENEFICIARI

  • lavoratori autonomi (sia i professionisti iscritti agli ordini sia i non iscritti) titolari di partita IVA da non più di 5 anni e con massimo cinque dipendenti;
  • imprese individuali titolari di partita IVA da non più di 5 anni e con massimo cinque dipendenti;
  • società di persone, società tra professionisti, srl semplificate, società cooperative titolari di partita IVA da non più di 5 anni e con massimo dieci dipendenti;
  • le imprese devono aver avuto, nei tre esercizi antecedenti la richiesta di finanziamento o dall’inizio dell’attività, se di durata inferiore, un attivo patrimoniale di massimo 300.000 euro, ricavi lordi fino a 200.000 euro e livello di indebitamento non superiore a 100.000 euro;
  • I professionisti e le imprese devono operare nei settori ammissibili in base alle Disposizioni Operative del Fondo.
  • Le persone fisiche non sono ammissibili alla garanzia del Fondo.

Finalità dei finanziamenti

  • acquisto di beni (incluse le materie prime necessarie alla produzione dei beni o servizi e le merci destinate alla vendita) o servizi connessi all’attività
  • pagamento di retribuzioni di nuovi dipendenti o soci lavoratori
  • sostenimento dei costi per corsi di formazione aziendale

Le caratteristiche dei finanziamenti:

  • ammontare non superiore a euro 25.000,00 - Il limite può essere aumentatodi euro 10.000, qualora il contratto di finanziamento preveda l’erogazione frazionata subordinando i versamenti successivi al verificarsi delle seguenti condizioni: a) il pagamento puntuale di almeno le ultime sei rate pregresse; b) lo sviluppo del progetto finanziato, attestato dal raggiungimento di risultati intermedi stabiliti dal contratto e verificati dall’operatore di microcredito.
  • non assistiti da garanzie reali;
  • finalizzati all’avvio o allo sviluppo di iniziative imprenditoriali o all’inserimento nel mercato del lavoro;
  • accompagnati dalla prestazione di servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio dei soggetti finanziati

Breve descrizione della procedura

  • Il Cliente richiede alla filiale un finanziamento di microcredito informando prima l’Operatore Territoriale che lo seguirà nella preventiva domanda
  • L’operatore della filiale effettua i controlli relativi alla caratteristiche del soggetto richiedente ed alle finalità del finanziamento. Effettuate le verifiche sulle pregiudizievoli provvede a inoltrare all’ENM la richiesta di Tutoraggio. 
  • Il Tutor del microcredito entro 5 giorni lavorativi contatta il cliente per definire un primo incontro. Lo stesso Tutor entro 30 giorni o entro un massimo di 120 giorni a secondo delle caratteristiche del soggetto richiedente e del progetto di investimento relativo, porterà a termine l’istruttoria di microcredito comunicandone l’esito alla filiale che aveva inserito la richiesta.
  • Il tutor, nei tempi previsti, assisterà il cliente nel verificare la fattibilità della sua idea imprenditoriale. In particolare, attraverso una vera e propria intervista, cercherà di acquisire quante più informazioni possibili, utili all’elaborazione condivisa del business plan;
  • Il documento di business plan si compone dei seguenti prospetti:
  • uno illustrativo dei punti di forza e di debolezza dell’idea imprenditoriale e delle strategie che il richiedente credito intende adottare per la realizzazione della propria idea imprenditoriale;
  • Il piano degli investimenti e del prospetto dei ricavi attesi;
  • Il conto economico e dello stato patrimoniale, corredati del prospetto di calcolo del cash flow finanziario.
  • Qualora il Tutor valuta positivamente l’impresa, invia la valutazione dell’attività proposta (allegato II) con il documento di business plan. La filiale, presa visione della documentazione, sarà tenuta a deliberare – positivamente o negativamente -rispetto all’erogazione del prestito, dandone comunicazione all’ENM. (allegato III).
  • Il credito deliberato viene reso disponibile al cliente per il 20% dell’importo richiesto, previa firma di un’autodichiarazione di destinazione d’uso dell’importo, mentre il restante 80% rimane vincolato con «prenotazione dare» sul conto corrente ed i pagamenti effettuati direttamente dalla Banca alla presentazione dei giustificativi di pagamento.
  • Il Tutor effettua un monitoraggio almeno annuale rispetto al finanziamento erogato ed invia una puntuale reportistica rispetto alla gestione dell’impresa ed ai servizi erogati, alla filiale (Allegato IV). Su segnalazione della Banca, interviene contattando il cliente anche in caso di ritardi nei pagamenti del mutuo.
  • Il rendiconto dell’attività di tutoraggio sarà inserito nel portale e potrà essere utilizzato dalla filiale anche per monitorare il rischio di credito e/o verificare ulteriori esigenze finanziarie e creditizie del cliente

IL MODELLO ENM - BANCA

        • Mutuo chirografario a tasso fisso
        • Durata: minima 24 mesi e massima 60 mesi aumentati di 6 in caso di preammortamento (max 12 mesi)
        • Importo max: € 25.000.
        • Garanzia: pubblica del Fondo di Garanzia Nazionale gestita da Medio Credito Centrale SPA, la Banca potrà richiedere ulteriori garanzie personali (non reali) solo relativamente alla parte non coperta dalla garanzia pubblica.
        • Spese di istruttoria pari a 0,20 su importo erogato
        • T.A.N. 5,60
        • T.E.G. 5,94
        • Non sono previste commissioni per i Servizi di Tutoraggio forniti da Ente Nazionale del Microcredito
        • Ipotesi esempio rata(Importo di €. 25.000 – Restituzione in 60 mesi – T.A.N. 5,60% - Rata mensile di €. 478,00)

BANCHE CONVENZIONATE IN CAMPANIA (Elenco al 31/10/2017 in aggiornamento)

  • BPER (Avellino e prov., Benevento e prov., Caserta e prov., Napoli e prov., Salerno e prov.)
  • BCC San Marco dei Cavoti (Benevento e provincia)

Fonte: Ente Nazionale per il Microcredito